Secondo il direttore dell’IBIA entro dieci anni il Mediterraneo potrebbe diventare un’area ECA.

In occasione della Platts Mediterranean Bunker Fuel Conference di Atene della scorsa settimana, Unni Einemo, direttore dell’International Bunker Industry Association, ha espresso la sua opinione che il Mediterraneo è destinato a diventare un’aerea ad emissioni controllate di zolfo allo 0.1% entro il prossimo decennio.

Secondo il direttore di IBIA che il Mediterraneo, almeno in parte, diventi un’area ECA è solo una questione di tempo. Il progetto è in discussione in sede IMO ormai da diversi anni ed è probabile che una decisione in tal senso venga presa entro il prossimo decennio. La Francia è una forte sostenitrice dell’idea mentre altri Paesi sembrano spingere meno verso questa direzione ed un’area ECA non applicata a tutto il Mediterraneo ma con una estensione minore potrebbe essere un compromesso su cui accordarsi.

Gli aumenti dei costi per l’industria dello shipping sarebbero inevitabili, ma a tutto vantaggio della salute dei cittadini, ha affermato Unni Einemo.

(testo a cura di Assarmatori)

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.assarmatori.eu/wp-content/uploads/2019/01/assarmatori.jpg);background-size: cover;background-position: left top;background-attachment: initial;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 260px;}