Assarmatori incontra la DG MOVE trattando le principali criticità di cui al Regolamento (UE) n. 1177/2010

Assarmatori incontra la DG MOVE trattando le principali criticità di cui al Regolamento (UE) n. 1177/2010.

In data odierna, una delegazione di Assarmatori, composta da funzionari e rappresentanti di alcune compagnie di navigazione Associate, ha incontrato in veste ufficiale – presso la sede italiana della Commissione europea sita in Roma – la “Head of Unit Social Aspects, Passengers Rights & Equal Opportunities” della DG MOVE.

L’incontro ha avuto ad oggetto la trattazione delle principali problematiche relative alla applicazione del Regolamento (UE) n. 1177/2010 sui diritti dei passeggeri che viaggiano via mare e per vie navigabili interne.

Da parte nostra, abbiamo segnalato le principali criticità in ordine alle modalità di applicazione in Italia del Regolamento da parte dell’Autorità italiana competente. È stata infatti evidenziata: (i) l’applicazione eccessivamente restrittiva delle norme che riguardano le sanzioni pecuniarie, con particolare riferimento al c.d. “effetto moltiplicatore” della sanzione; (ii) la presenza di potenziali effetti distorsivi della concorrenza che tali sanzioni producono in danno alla competitività delle compagnie soggette a tale Regolamento; (iii) l’opportunità affinché l’Autorità italiana competente possa individuare anche quelle violazioni, eventualmente commesse, da parte di liners extra-ue operanti in Italia; (iv) la necessità di una maggiore contezza circa la destinazione finale delle risorse accumulate dall’Autorità a seguito della riscossione delle sanzioni.

Sul punto, segnaliamo con piacere che la DG MOVE ha notevolmente apprezzato il nostro contributo, rendendosi disponibile ad approfondire ulteriormente con la nostra Associazione le tematiche che ci occupano.